Vale la pena essere anonimi?

Sulla scia dell’articolo di Mariangela Vaglio scritto su TechEconomy vorrei buttare giù alcune considerazioni che da un paio di giorni mi stanno passando per la testa.

Mariangela Vaglio nel suo articolo parla dell’impossibilità di essere anonimi in questo mondo digitale a meno che non si sia provetti hacker. Tralasciando la questione puramente semantica dell’utilizzo della parola hacker (io probabilmente avrei usato un più generico smanettone) e sul fatto che avere un livello di anonimità che consenta di navigare online senza lasciare sufficienti tracce per essere individuato è abbastanza alla portata di tutti, vorrei capire se ancora oggi ha senso navigare in maniera anonima.

anonymity

Continua a leggere →